Questa pagina contiene
articoli sull’alimentazione corretta
e un sano stile di vita, facendo riferimento
alla “Piramide Alimentare”.

Prodotti per la salute e il tuo benessere

Cos'è la “Piramide Alimentare”.

Di piramidi alimentari se ne parla da diversi anni e sono ormai centinaia gli studi scientifici che hanno passato al setaccio ogni singolo aspetto dell’impostazione piramidale, appunto, della dieta.

Per piramide alimentare si intende comunemente un modello che descrive un regime alimentare e viene attualmente indicato come fondamento di molte diete, intese come un insieme di regole volte a gestire l’alimentazione e non necessariamente come schemi alimentari esclusivamente dimagranti.

Ruolo della Piramide Alimentare.

Come strumento per comunicare in modo efficace quali e quanti cibi devono essere preferibilmente assunti durante una settimana, e in quali proporzioni, il modello nutrizionale utilizza la figura della piramide.
Descrivere una serie di regole nutrizionali non vuol dire necessariamente dare indicazioni quantitative, cioè porzioni, calorie o percentuali di macronutrienti.
Anzi, spesso si tratta soltanto di indicazioni qualitative, come il privilegiare un certo tipo di alimento rispetto a un altro.
La dieta mediterranea viene sempre citata come perfetta per mantenersi in buona salute.

Perché utilizzarla?

Nel modello nutrizionale a piramide gli alimenti vengono impilati e poiché la base è più grande della punta, quelli che occupano la parte inferiore sono quelli privilegiati dalla dieta, cioè che si possono assumere in quantità maggiore.
Mano a mano che si sale nella piramide, la quantità diminuisce (e la figura si restringe).

Ciò significa che si riduce anche la loro importanza nella dieta di tutti i giorni. In parole povere, gli alimenti in cima sono quelli da consumare con più parsimonia, perché giudicati meno consoni al mantenimento di un buon stato di salute.
Raffigurare il tutto visivamente con la piramide ci aiuta a capire il modello proposto.

Fondamentale quindi, quando si osserva una piramide alimentare, la disposizione degli alimenti lungo la piramide e le relative indicazioni quantitative più o meno precise associate a ogni livello (da assumere tutti i giorni, oppure da assumere non più di un certo numero di volte alla settimana).

La più famosa in assoluto è la piramide alimentare della Dieta Mediterranea, indicata come in grado di mettere al riparo dalle patologie cardiovascolari.

Cos'è la “Piramide Motoria”.

I costi sociali della sedentarietà sono alti. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che 1,9 milioni di morti nel mondo sono attribuibili all’inattività fisica e circa 2,6 milioni a sovrappeso e obesità.

La sedentarietà è inoltre responsabile, in una percentuale che va dal 10% al 16%, di alcuni tumori (seno e colon) e del diabete di tipo due, e del 22% delle malattie cardiovascolari, oltre che di altre patologie croniche in rapido incremento negli ultimi decenni.

“Cambiare stili di vita sin dalle prime età della vita è necessario, ma questo non significa necessariamente aumentare le ore dedicate alla pratica sportiva”, spiega il Presidente della SIP Giovanni Corsello, “il movimento non è solo sport, è gioco, attività all’aria aperta, passeggiata: tutte attività che devono far parte delle abitudini quotidiane di bambini e adolescenti di tutte le età”.

Agli Stati Generali della Pediatria la SIP presenta la piramide dell’attività fisica e motoria, che illustra le regole da seguire per uno stile di vita salutare.

Alla base della piramide sono indicate le attività da svolgere quotidianamente, man mano che si sale verso i gradini più alti della piramide si incontrano le attività da svolgere con minore frequenza.

“I bambini devono andare a scuola a piedi tutti i giorni, fare attività fisica all’aria aperta almeno 4-5 giorni alla settimana, di cui 3 o 4 volte in maniera organizzata, possibilmente con gioco di squadra” spiega Corsello.

“Occasionali, ma importanti le attività all’esterno, organizzate in forma di gita. Occorre invece ridurre a non più di un’ora al giorno il tempo dedicato a tv e videogiochi”.

Mettere in pratica queste regole richiede un’organizzazione della vita coerente con questi obiettivi, città più a misura di bambino, con spazi organizzati, più verde pubblico fruibile e iniziative dei Comuni per fare in modo che i bambini possano andare a scuola a piedi in sicurezza.

Vitamina C.

nota anche come
acido ascorbico, è una
sostanza necessaria per la normale crescita e
la salute di cellule e tessuti.

Seguici sui Social

Questa pagina è

Disponibile dalle 10:00  – 19:00

Email: saluteumana@gmail.com