Tag Archives: cancro

VEGETARIANESIMO E LONGEVITA’

Vegetarianesimo-e-longevità

Vegetarianesimo-e-longevità

Vegetarianesimo e longevità.

L’alimentazione vegetariana, associata a uno stile di vita salutare, rende più longevi, diminuendo il rischio di andare incontro a patologie legate allo stile di vita moderno quali: diabete, ipertensione, obesità, ipercolesterolemia, malattie alle coronarie alcune forme di cancro come quello al colon (per la presenza in letteratura di dati contrastanti, il rapporto tra alimentazione e cancro rimane tutt’oggi ancora controverso).

Potassio, fibre alimentari, antiossidanti, acido α-linolenico e folati, presenti in frutta, semi e verdura, contribuiscono a ridurre i livelli ematici di colesterolo e la pressione arteriosa.

Secondo i suoi sostenitori, una dieta vegetariana intesa sia come latto-ovo-vegetariana sia come vegana, è in grado, da sola e senza integrazioni, do soddisfare le raccomandazioni correnti per tutti i nutrienti.

Come comporre un menù vegetariano.

Cereali: sono la base dell’alimentazione; se ne devono consumare almeno sei porzioni al giorno (una porzione è pari a una fetta di pane, 30 gr di cereali per la colazione o mezza tazza di grano cotto).

Legumi o altre fonti di proteine: ogni giorno sono necessarie cinque porzioni di cibi ricchi di proteine (da scegliere tra, per esempio, mezza tazza di piselli, lenticchie o fave cotte, mezza tazza di tofu o di noci, 100 gr di formaggio fresco o 50 gr di stagionato, un uovo).

Meglio preferire i legumi rispetto ai latticini e uova, per non eccedere nei grassi.

Vegetali: sono necessarie quattro porzioni di vegetali al giorno (una porzione e pari a mezza tazza di verdure cotte o una tazza una tazza di verdure crude, oppure mezzo bicchiere di centrifugato di verdure).

Frutta: si consigliano due porzioni di frutta al giorno, pari a un frutto intero, mezza tazza di frutta cotta, un quarto di tazza di frutta secca, mezzo bicchiere di centrifugato di frutta o spremuta di agrumi (senza l’aggiunta di zuccheri).

Grassi: si considera utile l’introduzione nella dieta di tre porzioni di grassi al giorno, pari a un cucchiaino pieno di olio d’oliva, oppure un quarto di avocado.

CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRE: